La mia pausa pranzo è differente

A Milano la pausa pranzo è una cosa seria. Ecco tre modi per farla senza rimanere delusi.

Ratanà – Via Gaetano de Castillia, 28 Garibaldi  Qui, nel cuore della nuova City, in uno dei ristoranti più apprezzati dai veri golosi di Milano, ogni giorno due proposte di “schisceta” diversa. A 19 euro un piatto unico oppure un menù di tre portate on line tutte le mattine sulla pagina facebook del ristorante. Quando sono stata io ho preso la schisceta completa con gnocchi al burro e acciughe, vitello tonnato di carne piemontese (una vera specialità dello chef Cesare Battisti che si rifornisce alla Macelleria Annunciata, famosa per le sue ottime carni) e cremoso al cioccolato. Per mangiare davvero bene, anche a pranzo. APPROVATO, da ritornarci presto per cena. ratanà milano schisceta vitello tonnato ratanà Mise en Place – Via Fatebenefratelli, 36 Turati Nel quadrilatero della moda ha aperto una gastronomia che vuole essere anche un piccolo ristorante, ma anche un take away di qualità. Qui si mangia pesce, come il baccalà e i gamberi, ma anche ottima carne. Una specialità è sicuramente la carne di kobe servita sottoforma di burger o di tartare, come l’ho mangiata io. Buonissima. Dalla colazione all’aperitivo, si possono mangiare in loco tutte le proposte a menù a mo’ di “cicchetterie” alla veneta, o portarsele a casa. Un pranzo sostanzioso si aggira intorno ai 20 euro. Buone anche le birre artigianali, firmate Mise en Place, proposte. APPROVATO, da testare anche il delivery. taratre di kobe mise en place Nun Taste of Middle East – Via Lazzaro Spallanzani, 36 Porta Venezia Un kebab buono e sano, proposto in quattro varianti o componibile e personalizzabile da ognuno, con ingredienti selezionati e di qualità: questo il concept di Nun, un locale nato dall’idea di otto giovani soci per mangiare etnico, ma all’italiana. E il risultato è ottimo. Ambiente molto carino, hipster il giusto, cibo buono e economico – kebab a partire dai 5 euro circa. Io non ho scelto quelli in menù, ma ho composto un panino tutto mio al kamut, con melanzane fritte, yogurt, capperi e olive nere. Very gnummy! APPROVATO, anche per una cena al volo. nun taste milano