Fuorisalone 2013: Martini

Ecco la mia seconda “Fuorisalone experience” da non perdere.

Avete tempo fino a domani sera per andare allo spazio Martini che celebra i 150 anni del brand. L’appuntamento giusto per un cocktail a regola d’arte dove provare un ottimo Martini Royale è alla Martini Pop Art Gallery in corso Garibaldi, uno spazio fra fotografia, musica e arte, in collaborazione con la Naba, la Nuova Accademia delle Belle Arti di Milano, ideale per iniziare la serata.

Bozzetto di Marangolo del 1938

Bozzetto di Marangolo del 1938

Per l’occasione sono esposti, oltre ai manifesti storici di Martini, anche tre inediti bozzettiMartini firmati da Lucio Venna e da Franz Marangolo. Super cool! All’uscita poi non perdetevi la shopper con un manifesto da portare a casa tutto per voi.

Ma ecco la ricetta per rifare anche a casa il vostro Martini Royale:

In un grande bicchiere colmo di ghiaccio versa metà Martini Bianco e metà Prosecco Martini, aggiungi poi uno spicchio di lime leggermente premuto e qualche foglia di menta fresca. Mescolate e il gioco è fatto. Buon aperitivo!

MARTINI POP ART GALLERY
dalle 15.00 alle 21.00 in Corso Garibaldi 65

Inoltre Martini celebra il suo importantissimo compleanno con 3 bottiglie limited edition davvero belle. La loro etichetta commemorativa riassume la storia, la cultura della qualità e l’evoluzione dei prodotti: al centro  è raffigurata la Dea della Fama, figura alata della mitologia romana. Questa immagine fu introdotta per la prima volta sulle bottiglie del 1879 per commemorare il gran premio conferito a Martini in occasione dell’Esposizione Universale di Parigi avvenuta nel 1878. A destra della Dea della Fama c’è lo stemma di Casa Savoia, onorificenza conferita dal Re Vittorio Emanuele II nel 1868.

Limited edition Martini 150°

Limited edition Martini 150°

Alla sua sinistra, è raffigurato lo stemma della Città di Torino con al centro il caratteristico toro rampante, simbolo della città. L’etichetta commemorativa del 150° anniversario ricorda anche alcune delle medaglie conquistate da Martini nel XIX secolo grazie all’eccellenza dei suoi liquori: a Filadelfia nel 1876, ad Alessandria nel 1870, a Parigi nel 1867, a Dublino nel 1865, ad Anversa nel 1885 e nuovamente a Parigi nel 1878.

Io due delle tre bottiglie le ho ricevute e vi garantisco che sono proprio belle, un bell’oggetto da conservare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...