Fuorisalone 2013: Lavazza

Ok, lo so. In questa settimana di Salone del Mobile ci sarebbero almeno 1000 eventi da segnalare e selezionarne solo alcuni è quasi impossibile.
Io, però, posso raccontarvi due esperienze molto belle da fare in questo Fuorisalone (a mio parere migliore e più divertente di quello degli anni passati).
Sarà la connotazione food che è più presente, sarò io che ho più tempo libero per gironzolare, ma comunque in questi giorni mi sto proprio divertendo.

Lavazza Experience

Lavazza Experience

Ieri mattina sono stata in via Savona 50 per vivere la “Lavazza Experience – Conversazione sul gusto e sul design intorno a un caffè“, con Francesca Lavazza e gli chef Davide Oldani, Antonino Cannavacciuolo e Massimo Bottura. Tre grandissimi – è inutile borbottare, è proprio così, non solo cuochi ma grandi personalità – che hanno raccontato in quasi due ore il loro rapporto con il cibo, con il caffè e con il design. Riassumervi tutto quanto è stato detto sarebbe impossibile, ma alcune cose mi hanno davvero piacevolmente colpita.

Davide Oldani (ristorante D’O a San Pietro all’Olmo, Milano – una stella Michelin), è definito il democratico pop del cibo per la sua lungimirante intuizione, epifania che risale a numerosi anni fa ormai, di servire cibo di alta qualità anche a prezzi accessibili, racconta: “Ho saputo e voluto imporre un’idea al mercato. Dopo anni di studio, e dico anni a imparare dai più grandi, non ho voluto fare un copia/incolla, ma aprire un ristorante adeguandomi al territorio e al fattore umano che lo abita. Ho deciso che noi avremmo fatto buona cucina e che la gente ci critichi pure se non usiamo il tartufo. Io credo che bisogna prima di tutto sfamare la gente, poi se uno è molto bravo, farla pure pensare e se è bravissimo far sì che a distanza questa si ricordi di te perché ha mangiato bene”. Anche sul design ha delle idee molto precise: “Il design deve essere utile, qualcosa che soddisfi i bisogni. Il contenitore per valorizzare il contenuto”.
E grazie alla sua collaborazione con Lavazza, Oldani ha creato due stupendi oggetti, l’ecup e l’espoon per gustare al meglio il caffè, apprezzandolo il più possibile.

espoon di Davide Oldani

espoon di Davide Oldani

Anche Antonino Cannavacciulo, simpaticissimo chef (anche se sembra che non rida mai) che imparerete ad amare dall’8 maggio su Fox Life con Cucine da incubo made in Italy, ha svelato come la sua cucina (ristorante Villa Crespi, Orta San Giulio, Novara – due stelle Michelin) sia puro istinto e come il caffè, “che sta tatuato nel mio dna”, riviva in molti dei suoi piatti di carne e non solo. Noi abbiamo avuto il piacere di assaggiare il suo Tonno vitellato che credo continuerò a sognarmi la notte per un po’. Una delizia!

Il tonno vitellato di Cannavacciuolo

Il tonno vitellato di Cannavacciuolo

Massimo Bottura invece, lo chef intellettuale, il Ronald Reagan della cucina, è più concettuale, meno istintivo: “I miei piatti sono le risposte a delle domande astratte che mi pongo. Si assaggiano e non hanno bisogno di spiegazioni”. Grazie al suo piatto, l’amous bouche “Come to Italy with me”, proposto per Lavazza appunto (una granita siciliana alla mandorla, con caffè, capperi, sale grosso e bergamotto), vuole “far scoprire l’Italia attraverso il palato. La cucina è un viaggio attraverso cui ritrovare l’orgoglio per il proprio Paese passando per il gusto”, racconta lo chef dell’Osteria francescana (Modena, tre stelle Michelin). “Mangiare non è solo soddisfare un bisogno, mangiare ti mette in contatto con i pensieri del cuoco, mangiare è una esperienza che ti cambia” – e io non posso che essere più che d’accordo.

Oldani, Cannavacciulo, Bottura

Oldani, Cannavacciulo, Bottura

Se volete scoprire qualcosa di più sul caffè, che non è più solo la tazzina da bere appena svegli o la conclusione del pasto, andate a fare anche voi una Lavazza Experience: le degustazioni continuano fino a domenica 14 in diversi orari della giornata.

La seconda esperienza divertente… nel prossimo post.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...