Casalinghe addio?

Forse è arrivata la fine anche per loro, le casalinghe più famose del mondo, quelle di Desperate Housewives. Un telefilm ormai giunto all’ottava stagione negli States (inizierà il 25 settembre), ma che, causa forse anche degli ascolti piuttosto bassi raggiunti nella settima serie (effettivamente non un gran che), si accinge a dire addio ai suoi fan. Io sono fra quelli, fin dalla prima puntata e, sinceramente, il pensiero di non calarmi più nella piccola, ma intrigantissima, Wisteria Lane, mi spiace molto. Impossibile non affezionarsi alle protagoniste che non hanno mai cambiato volto negli anni: l’ex modella arrivista e viziata, Gabrielle Solis (Eva Longoria) che in una puntata riusciva addirittura a litigare con un uomo sulla sedia a rotelle al supermercato dicendogli una cosa tipo: “almeno lei è seduto, la vorrei vedere su questi tacchi 12”; l’ex donna in carriera che sacrifica il lavoro per crescere la sua numerosa famiglia composta da 5 figli e Tom, il marito più senza palle del mondo, Lynette Scavo (Felicity Huffman); l’insegnante d’asilo svampita e credulona che corona il suo sogno d’amore con Mike, l’idraulico ed ex galeotto sexy del quartiere, Susan Mayer (Tery Hatcher); la stronzissima mangiauomini per eccellenza, Edie Britt (Nicolette Sheridan); per finire con la casalinga con la C maiuscola, religiosissima ma con una serie di vicende thriller all’attivo, Bree Van de Kamp (Marcia Cross), e poi tutte le altre che in una serie o l’altra appaiono e scompaiono a coronamento delle intricatissime vicende che Marc Cherry mette in scena. Un cast coltivato negli anni con amore (nonostante si narrasse di liti furibonde fra le attrici, sempre smentite, e fra di loro e il produttore) e che, proprio Cherry, vorrebbe riunire nell’ultima puntata della serie che ormai sembra inevitabile. Ma proprio la fatalona Sheridan, fatta fuori alla quinta stagione (e che ora è in causa perchè, certo, non l’ha presa proprio bene), forse per ragioni di copione, o forse per incomprensioni proprio con Cherry, dice di non saperne nulla e comunque di non volerci essere. Un finale senza di lei sarebbe a mio parere, e non solo, piuttosto inutile, quindi la re-union non appare credibile. Quello che sembra, però, ormai certo è che dovremo fare a meno delle casalinghe, nella speranza che il loro ideatore si inventi qualcosa di nuovo e altrettanto interessante (anche se vincere così tanti premmi come Desperate non è facile). Intanto aspettiamo trepidanti, e un po’ tristi, l’ottava stagione. Forse Cherry ci ripensa… Speriamo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...