Noia sono Source Code e Dita Von Teese

Duncan Jones e Dita Von Teese

Ammetto che è tanto tempo che non mi faccio viva… vicessitudini sfortunate mi hanno tenuta lontana dal mio amato blog. Però questa settimana due avvenimenti hanno risvegliato il desiderio (polemico) di dire la mia.
Partiamo da quello che doveva esser il film rivelazione dell’anno (si fa per dire, ovviamente): Source Code. Attesissimo perchè il regista, Duncan Jones (figlio di David Bowie), si riproponeva dopo Moon, la sua opera prima considerata da molti un capolavoro. Molto atteso anche per l’interpretazione di Jake Gyllenhaal, che ormai non sbaglia un copione e fa sempre la sua porca figura. Eppure… eppure non mi ha convinta. Trama scontatella, finale altrettanto, film a tratti noioso. Troppo severa? Forse. Fatto sta che non lo consiglio.

Non consiglio neppure il finalone di stagione di CSI 11. Doveva essere la puntata della vita, quella con la partecipazione straordinaria di Dita Von Teese, regina del burlesque… ebbene io l’ho trovata assurda (a livello di trama), oltre che noiosa come poche altre volte. Per giunta lei, che è bellissima, ha solo un’espressione facciale che, dopo un po’, annoia. Insomma un vero fiasco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...