Pirilli impazziti

Eccoci al post-quarta puntata di X Factor, carattarizzata da un “tutti contro Re Elio” molto evidente, così come da un certo nervosismo della Mara nazionale. Alcune brevi considerazioni:

1- Devo dire che per la seconda volta di fila mi trovo concorde con il televoto che ha mandato in nomination i tre simpatici Effetto Doppler. Ancora più concorde con l’averli mandati a casa. Poveretti, sono giovani e potranno crescere… ma che lo facciano da un’altra parte

2- Non posso esimermi, inoltre, dal commentare, piuttosto disgustata, i look scelti da Luca Tomasini per la puntata di ieri. A partire da quello di Nathalie: già la ragazza è magrina, non bellissima, un po’ uno scriccioletto… perchè metterle quelle calzine (spero non volessero esser parigine) con quelle scarpine da scolaretta per farle cantare la sensualissima Pazza Idea di Patty Pravo? Ci credo che secondo la Maionchi mancasse l’erotismo! Stesse considerazioni le spendo per il look di Cassandra: se l’intento era farla sembrare degli anni Sessanta, e non negli anni Sessanta, allora missione compiuta. Sembrava proprio una cinquantenne fuori categoria. Bravissima però nell’esecuzione. Rinnovo l’invito a tenerla d’occhio perchè potrebbe avere davvero l’X Factor. Ultima considerazione sulle mise dei cantanti: mi tocca tirare in ballo di nuovo gli Effetto Doppler che sembravano degli scappati di casa. Avrà influito anche quello sul televoto? Forse!

3- Partiamo con i commenti “tecnici” invece sulle canzoni. Subito una domanda: perchè far cantare al povero Ruggero una canzone incantabile come Per Te di Jovanotti? Lorenzo è Lorenzo, imitarlo è impossibile, personalizzarlo idem. Sopratutto a 16 anni d’età, nonostante il ricordo della zia defunta. Ottima prova di Davide e la sua Novembre che non ha cercato di giusinizzare. Buona performance dei Kimera che, però, lo ammetto, non mi convincono ancora appieno. Decisamente brava Dorina anche se, ammettiamolo, se la tira come se fosse una stella della musica sbattendosi a destra e a manca a discapito dell’intonazione. Non è ancora una star. Qualcuno le dica che la strada è lunga, luuunga. Nevruz, l’Ozzy Osbourne della Bovisa (secondo l’azzeccata definizione del mio amico Mino) si è invece sfogato sul palco grigando. saltando, correndo…e, dimenticavo, cantando. Questa cosa mi sa tanto di terapia. Che X Factor stia diventando un rahab a mezzo tv? E poi dicono di Stefano che è pompato a causa delle sue difficoltà… E le nevrosi di Nevruz? E i problemi di abbandono di Dorina? I sogni di riscatto di Manuela che, ormai non proprio più di primo pelo, cerca di riprendersi le vecchie luci della ribalta? La balbuzia di Stefano mi sembra di poco conto a questo punto. E comunque anche ieri ha dimostrato che non è “il pacchetto” a esser vincente, ma la sua voce perchè lui, prima che un “disagiato” è un cantante.

Alla prossima puntata carissimi. Ora mandiamo a casa Manuela dai!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...