La pigna di Nina

Faccio una premessa: questo post non vuole prendere le difese di nessuno, ne tanto meno giudicare uno o l’altro degli artisti, o presunti tali, del panorama musicale italiano – non ne avrei le competenze e non ne ho voglia-. Commento solo una dichiarazione che mi ha lasciata perplessa e vi faccio partecipi del mio pensiero.

Maria Chiara Fraschetta (Chi???), in arte Nina Zilli (quindi ancora Chi???), cantante piacentina del 1983, venuta a conoscenza del pubblico italiano lo scorso anno con il brano 50 mila, cantato con Giuliano Palma, paragonata alla collega Giusy Ferreri la critica e ne prende sdegnata le distanze dalle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni: “Calma, non offendiamo. Io non spunto così da un talent show, ma da dieci anni di gavetta nei festival beat e soul”, ha dichiarato la Zilli, che ha poi continuato in merito alla critica rivolta al suo brano sanremese L’uomo che amava le donne molto simile al brano più famoso della Ferreri Non ti scordar mai di me, “La verità è che Non ti scordar mai di me, che hanno scritto per Giusy, a me sembra la copia di Back to black di Amy Winehouse”.
Ora, senza voler dare a Giusy meriti eccessivi – o toglierli a tal Nina – io, e quindi nessuno può convincermi del contrario, ho sentito con le mie funzionantissime orecchie dei brani cantati da Giusy all’età di 16 anni, prima che diventasse Giusy Ferreri di X Factor, che non hanno nulla da invidiare a quelli che canta oggi. Stessa voce, stesso timbro, stessa novità musicale. E Amy Winehouse, sinceramente, nel 1996 ancora non la conoscevamo. Giusy non è esattamente spuntata dal nulla visto che canta da 15 anni e lo ha pure fatto con delle band (vedi post precente a questo) che io conosco bene. La Zilli, prima di parlare, non potessa almeno farsi un giro su Wikipedia?
Fa un po’ ridere che una giovane donna, perchè ammettiamolo Nina Zilli ha 27 anni, non 52, faccia pesare in una delle sue prime interviste da “famosa”, termine abusato in casi come questo, tutto questo suo presunto talento e prenda così marcatamente le distanze da una collega che, credo, non le può aver fatto nulla di così grave da meritare smaccatamente sdegno e repulsione.
A Nina Zilli non piacciono i talent show e i cantanti che da questi escono come Giusy Ferreri? I giornalisti hanno osato paragonare la grande Nina Zilli (Chi???) a Giusy Ferreri? E allora? Un bel chissenefrega no, cara Nina?
Puoi non esser d’accordo sul paragone, ma fidati che noi tutti giornalisti, e pubblico soprattutto, non vediamo l’ora di sentire qualcosa di nuovo che non ricordi nulla e nussun altro. Peccato che le tue canzoni, seppur belle e cantate molto bene (per quanto ne capisca io), ricordano moltissimo grandi successi degli Anni 60 e si ricordano molto una con quell’altra fra loro.
Noi, però, non te ne facciamo una colpa (al massimo ti ignoriamo se non ci piaci) e ti vogliamo bene lo stesso. Anche se non somigli a Giusy Ferreri.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...