FraAndSanremo

Avrei voluto garantire un appuntamento quotidiano ad ogni puntata del Festival di Sanremo, però ormai son già in ritardo e quindi andrò per parole chiave riassuntive della prima e della seconda serata:

Gabibbo: E’ abbastanza evidente che Mediaset quest’anno non voglia mettere i bastoni fra le ruote al super festival. Non c’è contro programmazione, nessuna rivelazione shock di brogli e fasullaggini da parte di Striscia la notizia ma, anzi, il Gabibbo è stato addirittura prestato a Rai1 e ha presentato tutta la prima serata. Credo che l’Antonellona nazionale sia vestita da Gai Mattiolo, ma forse, per lui, è meglio che non si sappia. Abiti scandalosamente brutti quelli proposti finora. Tettone strizzate, cosce compresse in spandex d’importazione e lustrini ad esagerare, per far si che Antonella si veda anche dal convento di suore dove alloggia il mio amico giornalista Oscar senza passare per il tubo catodico. Voto: 4, un conto è esser orgogliosi delle proprie forme, un altro è abusare della comprensione dei telespettatori. Con tutto il made in Italy che potremmo mandare in mondovisione…

Ideal Standard: La prima puntata è stata all’insegna delle donne “brutte, ma brave (forse)”. Ok, siamo alla fiera del politically correct – se non che poi Dita Von Teese nuda in un bicchiere abbia riportato tutto alla normalità in tarda serata – ma mettere qualche valletto a compensare, tipo quelli dell’anno scorso, no??? Non si è visto un vestito bello manco a pagarlo, nessun uomo bello… Insomma già la prima puntata di ogni festival è una tortura, così lo è stata anche per la vista. Quando si dice anche l’occhio vuole la sua parte, non si scherza!

I 3 italiani, lo straniero e il poveretto: Pupo, Emanuele Filiberto e il tenore… ma la barzelletta non era c’era una volta un francese, un inglese e un italiano??? Ovviamente le polemiche avevano già preceduto la performance, quindi nessuna sorpresa nel vedere quei tre individui uniti negli intenti sul palco, solo un gran disgusto. Possibile che per soldi e visibilità si metta così evidentemente da parte la dignità? E poi dopo i tre italiani, ecco lo straniero: Nino D’Angelo e la sua canzone per pochi, talmente pochi che tutti gli altri l’han sbattuto fuori alla prima occasione. Altro che ripescaggio… per una volta che son d’accordo con la demoscopica, anche e soprattutto per la decisione di rimandare al geriatrico Toto, non voglio sentire lamentele! E sull’eterno secondo, e sto giro sfatiamo la maledizione di sicuro, non dico altro, non lo merita.

Noia: è tutto quello che mi viene in mente sulla seconda serata. Ero partita con le migliori intenzioni, volevo davvero riascoltare tutte le canzoni dei big (e così ho fatto), esser meno critica nei confronti della Clerici… però non ho retto fino alla fine nemmeno questa volta. Lei è stata decisamente più sciolta nella conduzione, ma di certo non più simpatica. L’unica cosa che mi ha fatto ridere è “io ora la do”, parlando della reclam. Dopo la sua voglia di ca..lcio che ha fatto scuola, siamo alla svendita totale dal palco di Sanremo. Evviva. Pessima anche l’intervista alla bellissima Rania, regina di Giordania. Avere un personaggio così speciale sul palco e sprecare l’opportunità di farle domande intelligenti è davvero un peccato. Per non parlare della Antonella avatar… va bè…

Canzoni: Dopo due ascolti, e qualcuno in più se consideriamo i passaggi in radio, mi ricordo le canzoni di Irene Grandi, Valerio Scanu, Irene Fornaciari (anche se non capisco la scelta dei piedi nudi), Malika Ayane, Marco Mengoni, Povia, Noemi. Più della metà di quelle arrivate in finale, per cui direi ottimo. Ricordarle non vuol dire che le abbia apprezzate, però meglio, molto meglio, di altri anni.

E siamo a stasera… bè, il bilancio mi sembra significativo… perchè Sanremo è Sanremo.

Per una critica ancor più puntuale, perchè è la critica del maestro, vi linko il commento di Aldo Grasso.

http://video.corriere.it/?vxSiteId=404a0ad6-6216-4e10-abfe-f4f6959487fd&vxChannel=Televisioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...